Fai sentire la tua voce!

Scrivi al Consorzio del Prosciutto di Parma per esprimere la tua indignazione

5746 persone hanno già firmato!

Leggi il testo della petizione

Tra febbraio e giugno 2017 Essere Animali ha documentato otto allevamenti fornitori del Prosciutto di Parma: le immagini mostrano animali in stato di grave sofferenza e situazioni di maltrattamento che abbiamo prontamente denunciato.

Non è la prima volta che filmiamo simili condizioni. Nel dicembre 2016 il video Prosciutto Crudele, girato all'interno di un allevamento fornitore del Consorzio aveva creato grande scalpore. Le immagini, che documentavano maiali in terribili condizioni e comportamenti crudeli degli operatori, sono state trasmesse anche in televisione e hanno consentito l'intervento del Corpo Forestale dello Stato, che ha confermato la presenza di "animali palesemente malati e sofferenti".

Il Consorzio del Prosciutto di Parma ha denunciato la nostra associazione per 'diffamazione a mezzo stampa' e, nell'attesa delle indagini, è riuscito ad ottenere il sequestro preventivo del video, eliminato dal nostro canale Youtube.

Questo è un grave attacco alla libera informazione.

Crediamo che tutti abbiano il diritto di sapere e soprattutto di vedere con i propri occhi la sofferenza nascosta dentro gli allevamenti intensivi da cui si riforniscono anche le eccellenze del Made in Italy.

La sofferenza deve essere eliminata, non censurata!

PER INFO VAI AL SITO








Firmando accetti i termini, le condizioni e la policy privacy di Change.org
Sto salvando i dati...
Grazie per aver firmato la nostra campagna!

aiutaci a far conoscere questa realtà Condividi con i tuoi amici

Cosa abbiamo scoperto

Prosciutto Crudele

Queste immagini sono state filmate tra febbraio e giugno 2017 all'interno di 8 allevamenti fornitori del Prosciutto di Parma in 5 diverse province.

Mostrano animali in stato di grave sofferenza. Non è la prima volta che documentiamo simili condizioni, ma il Consorzio del Prosciutto di Parma vuole censurare le nostre indagini.

Noi invece crediamo che tu abbia il diritto di sapere.

ANIMALI AGONIZZANTI

Questi sono i recinti adibiti a "infermeria". Anche in natura un animale può ammalarsi o soffrire, ma questi maiali agonizzano per giorni in capannoni di cemento, sporchi di feci e urina.

FERITE NON CURATE

Prolassi non curati, infezioni anche dovute al fenomeno del cannibalismo, cisti talmente grandi da rendere difficile persino il movimento. Morti e feriti anche tra i cuccioli.

MORTE DI STENTI

È frequente trovare animali malati nei corridoi, lasciati morire di stenti. Questa pratica condanna questi maiali a estreme sofferenze ed è vietata, dovrebbero essere soppressi da un veterinario.

SOVRAFFOLLAMENTO

La normativa sul "benessere animale" è già molto limitata: nei recinti i maiali hanno a disposizione solo 1 mq ciascuno. Ma in alcuni di questi allevamenti lo spazio era addirittura meno.

NO ALLA CENSURA

Nel giugno 2017 la Polizia Postale ha oscurato dal web il video di una nostra indagine in un grande allevamento fornitore del Prosciutto di Parma. Le immagini, che documentavano maiali in terribili condizioni e comportamenti crudeli degli operatori, sono state trasmesse anche in televisione e hanno consentito l'intervento del Corpo Forestale dello Stato, che ha confermato la presenza di "animali palesemente malati e sofferenti".
Ora sono in corso gli accertamenti per verificare se persistono gli estremi del "maltrattamento".
Il Consorzio del Prosciutto di Parma ha però denunciato la nostra associazione per "diffamazione a mezzo stampa" ed è riuscito a ottenere il sequestro preventivo del video, un atto di censura che colpisce la libera informazione.

 

IL MAIALE:
UN ANIMALE SCONOSCIUTO

Intelligenti, curiosi, affettuosi e socievoli…
Quando possono esprimersi hanno molto in comune con i nostri cani!

VUOI SALVARLI? SCOPRI COME!

Le tue scelte possono fare davvero la differenza.

Vai su ioscelgoveg.it

 

MOSTRIAMO AL MONDO
LA REALTÀ. AIUTACI!

Grazie al nostro Team Investigativo milioni di persone scoprono gli abusi e le crudeltà negli allevamenti e macelli. Un lavoro che salva gli animali e ha bisogno del tuo sostegno.