Stop sofferenze
nei trasporti di animali

Firma ora
8.729 hanno già firmato

Per una revisione della normativa dell’Unione Europea sugli animali durante il trasporto

Ogni anno milioni di animali d’allevamento sono trasportati vivi su strada, via mare, su rotaia e per via aerea tra gli Stati membri dell’Unione Europea e verso paesi terzi per scopi di allevamento, riproduzione, ingrasso e macello. Sono viaggi estenuanti in cui gli animali vegono sottoposti a stress e sofferenze, come abbiamo più volte documentato anche durante i nostri controlli.

Chiediamo una revisione della normativa che tuteli gli animali e che vieti i trasporti a lunga distanza. 

Entra in azione

Stop sofferenze nei trasporti

Firma ora!

Le nostre richieste

La revisione del Regolamento sui trasporti costituisce un’occasione unica per la Commissione europea e i co-legislatori dell’UE per garantire una maggiore e migliore protezione degli animali e per intervenire sulle problematiche più gravi al fine di risparmiare agli animali sofferenze evitabili. Per questo chiediamo:

  • Un divieto del trasporto degli animali vivi verso Paesi extra-UE
  • Un divieto del trasporto di animali vivi su lunga distanza nell’UE, limitando la durata di percorrenza a un massimo di 8 ore per i suini, i bovini e gli ovini adulti, e di 4 ore per il pollame e i conigli
  • Un divieto del trasporto di animali non svezzati e in stato di gravidanza avanzato (oltre il 40% del periodo gestazionale)
  • L’individuazione e la definizione di parametri e condizioni specifici per specie e categoria di animali vivi, volti a valutare l’idoneità al trasporto, a stabilire i limiti minimi e massimi delle temperature esterne, e ad assicurare un’adeguata disponibilità di spazio e un’appropriata somministrazione di cibo e acqua durante gli spostamenti all’interno dell’UE.
  • La riduzione e la sostituzione del trasporto di animali vivi con quello di carne e carcasse, e semi e embrioni, come raccomandato anche da FVE, OIE, ed EFSA

Chiediamo inoltre di garantire un’applicazione più rigorosa della normativa comunitaria che deve essere altresì accompagnata da un numero maggiore di controlli ed ispezioni e da rigide sanzioni in caso di infrazioni. 

Cambiamo il mondo per gli animali, aiutaci!

Le nostre campagne e vittorie sono possibili grazie al tuo sostegno. Ogni donazione è fondamentale per continuare a difendere gli animali.

Dona ora
Firma ora!
Chiudi

Fermiamo le sofferenze nei trasporti

Firma ora!
Firma l'appello per fermare le sofferenze nei trasporti
Questo campo è obbligatorio!
Inserire almeno %s caratteri!
Non inserire più di %s caratteri!
Inserisci una data valida!
Inserisci un numero di telefono valido!
Inserisci un CAP valido!
Inserisci un codice fiscale valido!
Inserisci una partita IVA valida!
Devi accettare la normativa sulla privacy!
Si è verificato un errore! Ricontrolla i campi.
Utilizza un Nickname valido!
Password non valida!
• almeno 1 carattere speciale (-_@#$%)
• almeno 1 numero
• almeno 1 carattere maiuscolo
• almeno 1 carattere minuscolo
• lunga almeno 6 caratteri
• più corta di 20 caratteri
Le due password inserite non coincidono!
Non valida!
Non valida!
Ok!
Controlla l'email!
Utente non attivato! Clicca nel link di conferma che ti è stato inviato via email!
Mmm... sicuro di quello che fai?
Sei già nella newsletter di Essere Animali!
Si è verificato un errore!
leggi il testo della petizione

Gentili Commissari,

ogni anno milioni di animali d’allevamento sono trasportati vivi su strada, via mare, su rotaia e per via aerea tra gli Stati membri dell’Unione Europea (UE) e verso paesi terzi per scopi di allevamento, riproduzione, ingrasso e macello. La tutela degli animali durante questi viaggi è disciplinata dal Regolamento (CE) n. 1/2005 del Consiglio del. 22 dicembre 2004 sulla protezione degli animali durante il trasporto e le operazioni correlate.

Tuttavia, in questi anni un’ampia letteratura scientifica, rapporti ufficiali della Commissione europea e importanti inchieste di organizzazioni della società civile hanno ampiamente documentato che l’attuale impianto normativo, oltre a non essere adeguatamente applicato dagli Stati membri, non protegge in maniera sufficiente il benessere gli animali poiché elaborato su conoscenze scientifiche non aggiornate e oramai superate.

Nella strategia Farm to Fork, la Commissione Europea si è posta l’obiettivo di riesaminare “la normativa in materia di benessere degli animali, compresa quella sul trasporto e sulla macellazione degli animali, al fine di allinearla ai più recenti dati scientifici, ampliarne l’ambito di applicazione, renderne più semplice l’applicazione e, in ultima analisi, garantire un livello più elevato di benessere degli animali.”

La revisione del Regolamento sui trasporti costituisce un’occasione unica per la Commissione europea e i co-legislatori dell’UE per garantire una maggiore e migliore protezione degli animali e per intervenire sulle problematiche più gravi al fine di risparmiare agli animali sofferenze evitabili.

Alla luce di queste considerazioni, chiedo una revisione del Regolamento sui trasporti che comprenda:

  • Un divieto del trasporto degli animali vivi verso Paesi extra-UE
  • Un divieto del trasporto di animali vivi su lunga distanza nell’UE, limitando la durata di percorrenza a un massimo di 8 ore per i suini, i bovini e gli ovini adulti, e di 4 ore per il pollame e i conigli
  • Un divieto del trasporto di animali non svezzati e in stato di gravidanza avanzato (oltre il 40% del periodo gestazionale)
  • L’individuazione e la definizione di parametri e condizioni specifici per specie e categoria di animali vivi, volti a valutare l’idoneità al trasporto, a stabilire i limiti minimi e massimi delle temperature esterne, e ad assicurare un’adeguata disponibilità di spazio e un’appropriata somministrazione di cibo e acqua durante gli spostamenti all’interno dell’UE.
  • La riduzione e la sostituzione del trasporto di animali vivi con quello di carne e carcasse, e semi ed embrioni, come raccomandato anche da FVE, OIE, ed EFSA

Inoltre, chiedo di garantire un’applicazione più rigorosa della normativa comunitaria che deve essere altresì accompagnata da un numero maggiore di controlli ed ispezioni e da rigide sanzioni in caso di infrazioni.

Le mie richieste si uniscono a quella di decine di migliaia di cittadini europei che, proprio in occasione della recente consultazione pubblica sulla revisione della legislazione comunitaria sul benessere animale, ha espresso chiaramente la necessità e l’urgenza di adottare disposizioni più stringenti e adeguate per rafforzare e migliorare la protezione degli animali durante le operazioni di trasporto e le operazioni correlate.

Grazie, la tua firma è importante
Condividi questo appello e aiutaci a raccogliere più firme!
Questo campo è obbligatorio!
Inserire almeno %s caratteri!
Non inserire più di %s caratteri!
Inserisci una data valida!
Inserisci un numero di telefono valido!
Inserisci un CAP valido!
Inserisci un codice fiscale valido!
Inserisci una partita IVA valida!
Devi accettare la normativa sulla privacy!
Si è verificato un errore! Ricontrolla i campi.
Utilizza un Nickname valido!
Password non valida!
• almeno 1 carattere speciale (-_@#$%)
• almeno 1 numero
• almeno 1 carattere maiuscolo
• almeno 1 carattere minuscolo
• lunga almeno 6 caratteri
• più corta di 20 caratteri
Le due password inserite non coincidono!
Non valida!
Non valida!
Ok!
Controlla l'email!
Utente non attivato! Clicca nel link di conferma che ti è stato inviato via email!
Mmm... sicuro di quello che fai?
Sei già nella newsletter di Essere Animali!
Si è verificato un errore!

Fai una donazione
per difendere gli animali

Per:

Se hai dubbi o problemi nella donazione scrivici.

Questo campo è obbligatorio!
Inserire almeno %s caratteri!
Non inserire più di %s caratteri!
Inserisci una data valida!
Inserisci un numero di telefono valido!
Inserisci un CAP valido!
Inserisci un codice fiscale valido!
Inserisci una partita IVA valida!
Devi accettare la normativa sulla privacy!
Si è verificato un errore! Ricontrolla i campi.
Utilizza un Nickname valido!
Password non valida!
• almeno 1 carattere speciale (-_@#$%)
• almeno 1 numero
• almeno 1 carattere maiuscolo
• almeno 1 carattere minuscolo
• lunga almeno 6 caratteri
• più corta di 20 caratteri
Le due password inserite non coincidono!
Non valida!
Non valida!
Ok!
Controlla l'email!
Utente non attivato! Clicca nel link di conferma che ti è stato inviato via email!
Mmm... sicuro di quello che fai?
Sei già nella newsletter di Essere Animali!
Si è verificato un errore!

CON IL 5×1000
IL SUO FUTURO LO SCEGLI TU

DONA IL 5×1000
A ESSERE ANIMALI

Sostienici a costo zero. Usa il codice fiscale:
976 762 00 153

Scopri come
Chiudi