sentono dolore
provano emozioni
sono intelligenti
vanno rispettati
meritano diritti
Firma! No all'agonia dei pesci su change.org
69.306 hanno già firmato
Guarda il video
dell'indagine

Essere Animali ha documentato per la prima volta in Europa gli allevamenti intensivi di pesci. Da qui proviene la maggior parte del pesce consumato dagli italiani.

Con telecamere nascoste abbiamo scoperto allevamenti simili a quelli per la carne, milioni di pesci rinchiusi in gabbia, manipolati e trasportati come se fossero oggetti. A loro non è concesso nemmeno lo stordimento prima della morte: sono lasciati agonizzare per lunghissimi minuti.

Quella dei pesci è una sofferenza silenziosa su cui è urgente intervenire. Chiedi anche tu alle principali catene di supermercati di adottare severe policy per gli allevamenti fornitori.

Anche i pesci sono animali, sentono il dolore e provano emozioni, aiutaci per dire NO alla loro agonia.

Petizione rivolta a

Il parere degli esperti

Abbiamo mostrato la nostra indagine a esperti internazionali specializzati nella fauna marina. Queste sono le loro testimonianze.

“È chiaro che ci sono molti problemi per il benessere animale nell’industria dell’acquacoltura in Italia e regolamentazioni più stringenti sono necessarie per ridurre il dolore e la sofferenza durante la raccolta e l’uccisione degli animali. C’è ormai una crescente mole di prove a sostegno del fatto che i pesci provano dolore e soffrono come gli altri vertebrati e dovrebbero essere trattati allo stesso modo.”

Culum Brown, Associate Professor alla Macquarie University

“Queste immagini sono orribili e mostrano quanto i pesci vengano trattati brutalmente. I pesci sono esseri senzienti e sensibili e non dovrebbero mai essere trattati in questo modo. È estremamente inumano.

Marc Bekoff, University of Colorado, Boulder

“Sono particolarmente turbato da scene di pesci pienamente coscienti lasciati soffocare in grandi contenitori pieni di ghiaccio o su vassoi vuoti, così come di altri che boccheggiano e si dimenano mentre vengono legati con dello spago. Animali coscienti e senzienti non dovrebbero mai essere trattati come fossero pezzi di legno.
Il modo in cui vengono manipolati i pesci e il comportamento dei lavoratori mostrano completo disinteresse per le prove scientifiche che mostrano quanto i teleostei (pesci con spina) siano capaci di provare dolore, stress e angoscia – in breve che possano soffrire.”

Jonathan Balcombe, Ph.D., biologo e autore di “What a fish knows”

I dati del consumo e della produzione di pesce

Consumo di pesce annuale pro capite in Italia
Prodotti ittici pescati a livello mondiale
Industria ittica e della carne a confronto
Principali specie allevate tramite acquacoltura in Italia
Fonti: Istat 2018 - Fao 2018 - European Union 2016

Anche i pesci

Sentono il dolore
I pesci hanno l’anatomia necessaria per provare dolore, sono consci delle risposte dolorose agli stimoli e capaci di provare prolungata sofferenza in seguito

Sono intelligenti
Sono in grado di utilizzare strumenti, cooperare socialmente e hanno coscienza di sé, prerogativa finora attribuita a pochissime specie più evolute

Provano emozioni
È stato documentato che i pesci provano sia emozioni positive che negative, soffrono lo stress, si aiutano nelle difficoltà e provano persino piacere nel gioco

Hanno un’ottima memoria
Sono capaci di ricordarsi luoghi, labirinti e percorsi complessi anche a distanza di lungo tempo, meglio di molti altri animali

NO ALL’AGONIA DEI PESCI!

CHIEDI AI SUPERMERCATI DI ADOTTARE SEVERE POLICY

Firma anche tu! su change.org
69.306 hanno già firmato!

Mostriamo al mondo la realtà, aiutaci!

Grazie al nostro Team Investigativo milioni di persone scoprono gli abusi e le crudeltà negli allevamenti e macelli. Un lavoro che salva gli animali e ha bisogno del tuo sostegno.


Firma ora