“Questa è propaganda Vegan”: il libro è arrivato in Italia


Claudio Pomo
Responsabile sviluppo

Esce oggi “QUESTA È PROPAGANDA VEGAN …e le altre bugie dell’industria della carne”, il primo libro di Ed Winters, noto divulgatore e attivista britannico per i diritti animali. Abbiamo curato l’edizione italiana, pubblicata da Edizioni Sonda.

Questa è Propaganda vegan è un libro frutto di sei anni di ricerche, letture e conversazioni con professionisti di ogni convinzione e provenienza, dai lavoratori nei mattatoi e negli allevamenti intensivi ai filosofi dei diritti animali e agli ambientalisti fino ai semplici consumatori. Scritto in modo semplice e divulgativo, racchiude le risposte a quasi tutte le domande che l’industria della carne non vorrebbe venissero fatte.

Il titolo scelto da Ed Winters è una provocazione. Per difendersi dalla crescente attenzione verso la sofferenza degli animali negli allevamenti, portata a galla da indagini sotto copertura come quelle di Essere Animali, le aziende zootecniche nascondono la realtà sui metodi di produzione dietro a comunicazioni spesso ingannevoli, e allo stesso tempo liquidano le ragioni opposte come «propaganda vegan». 

Un libro fondamentale

Nel libro viene svelata la realtà che si nasconde dietro la produzione di carne, latte e uova. Si parla di tutte le pratiche più crudeli degli allevamenti e della sofferenza che l’industria zootecnica causa a miliardi di animali.

Oltre alla sofferenza animale, il testo mostra l’impatto dell’industria della carne sull’ambiente, il suo ruolo nel causare la crisi climatica, ma anche la sua responsabilità nella diffusione delle infezioni, le malattie croniche e lo sfruttamento degli esseri umani.

Infine non solo vengono mostrati i benefici della scelta vegan per gli animali, l’ambiente e la salute pubblica, ma sono anche smontate uno a uno le argomentazioni e le fake news contro questa scelta.

L’edizione italiana

In appendice al’edizione italiana del libro abbiamo aggiunto una sezione con informazioni e dati sul settore zootecnico italiano, per contestualizzare il tutto nella situazione del nostro Paese. L’autore per rispondere alle falsità diffuse dall’industria della carne utilizza infatti molti dati, sia sugli animali e le modalità in cui vengono allevati e uccisi, che sull’impatto ambientale del settore, che però sono perlopiù globali o pertinenti paesi anglosassoni. Abbiamo quindi aggiornato al 2022 alcuni dei dati già pubblicati nel nostro report 10 anni di zootecnia in Italia.

I dati sono importanti, e dovrebbero parlare da soli si potrebbe pensare. Eppure non è raro anche qui in Italia che dati, fatti provati e immagini vengano tacciati di essere propaganda vegan.

Con Essere Animali abbiamo pubblicato a oggi 54 indagini, coprendo tutte le principali specie allevate e visitando centinaia di allevamenti. La maggior parte di queste indagini sono correlate a denunce e segnalazioni alle autorità, che in molti casi hanno riscontrato precisamente la situazione da noi descritta. Eppure non manca volta che qualcuno dica qualcosa per negare l’evidenza come “le foto sono artefatte” o “la situazione è stata manipolata volontariamente”.

Ma la risposta più diffusa a ogni nostra indagine è il classico “si tratta di una mela marcia”. Il che dopo che di mele marce ne abbiamo filmate a centinaia diventa proprio difficile da sostenere, perché per esperienza possiamo dire che alcune situazioni sono più una norma che una eccezione. Ma questa difesa diventa ancora più risibile quando le pratiche che filmiamo sono a norma di legge, e quindi pratiche standard di tutti gli allevamenti di quella specie. 

Ecco, purtroppo sì, quelle immagini che diffondiamo rappresentano lo stato degli allevamenti italiani e la sofferenza diffusa degli animali, in Italia e in tutta Europa. Molte pratiche così dolorose da suscitare sdegno nei consumatori sono ancora oggi perfettamente legali. Non si tratta di propaganda vegana, quindi: oggi la realtà degli allevamenti è di per sé talmente violenta che basta mostrarla per quello che è per sconvolgere le persone.

«Nasciamo tutti in un mondo di mangiatori di carne: Ed Winters smaschera una a una le distorsioni dell’immaginario comune, che ci allenano a rimuovere la violenza e l’abuso di potere, e così facendo spalanca la nostra responsabilità di fronte a essere indifesi che, esattamente come noi, preferiscono la cura al dolore, la vita alla morte.»

Jonathan Bazzi

«Il dono di Ed è quello di risvegliare in chi lo ascolta l’innata empatia che abbiamo nei confronti degli animali e, con argomentazioni ineccepibili, far arrivare chiunque in autonomia alla conclusione che essere vegani sia la cosa più giusta da fare.»  

Silvia Goggi