Le nostre indagini sui trasporti di animali vivi di nuovo in TV

© Confessione Reporter

Stai leggendo:

Le nostre indagini sui trasporti di animali vivi di nuovo in TV


Ti interessa l'articolo?

Iscriviti

Chiara Caprio
Responsabile relazioni istituzionali

Il 17 giugno il programma Confessione Reporter di Stella Pende su Retequattro si è aperto con un servizio sui trasporti di agnelli provenienti dall’Est Europa che abbiamo documentato ad aprile di quest’anno.

Nell’ultima puntata del programma di approfondimento Confessione Reporter, il reportage di apertura è stato dedicato alla nostra indagine sui trasporti di agnelli provenienti dall’Est Europa e diretti ai macelli italiani. Animali costretti a viaggiare in situazioni che spesso sono di grande sofferenza, lunghe ore su camion non adatti, senza ventilazione e un adeguato sistema di abbeveraggio, con un caldo asfissiante d’estate e gelo d’inverno.

Che cosa mostrano le immagini del servizio

Le immagini mostrano una breve intervista a Francesco Ceccarelli, nostro responsabile del team investigativo e l’inseguimento di un camion partito dalla Croazia che trasportava animali che già ad un primo sguardo erano troppo giovani per viaggiare. Dopo aver allertato le autorità, il nostro team e i giornalisti di Retequattro seguono l’auto fino all’autogrill, dove la polizia effettua un primo controllo e poi chiama il veterinario per accertare eventuali irregolarità.

© Confessione Reporter

Gli agnelli belano senza sosta, i loro lamenti sono strazianti. Questo perché, come poi confermato dal veterinario, sono troppo giovani per essere trasportati. Oltre a non essere ancora svezzati, gli animali viaggiano in condizioni inadeguate: devono stare con il collo piegato perché non hanno abbastanza spazio, non sono capaci di usare i beverini quindi soffrono la sete, un animale è chiaramente incastrato. Il veterinario accerta anche lo stato di sovraffollamento sul camion.

Il programma passa poi a trattare di altri temi legati all‘allevamento intensivo e mostra alcune nostre immagini raccolte negli allevamenti di maiali e scrofe. In Italia gli allevamenti di suini sono circa 27 mila, di cui la metà sono concentrati in una sola regione: la Lombardia. Del modo in cui questi animali sono allevati i cittadini e le cittadine italiane affermano di sapere molto poco, lo conferma un nostro recente sondaggio. Ma ciononostante la maggior parte di loro è contraria al confinamento in gabbia di questi animali ed è disposta a pagare di più per supportare la transizione a una produzione cage-free.

Bisogna cambiare il regolamento sui trasporti al più presto

Ciò che documentiamo e denunciamo certifica l’esistenza di un problema molto ampio e diffuso. I controlli e le sanzioni sono uno strumento molto importante, ma non sono abbastanza. Il regolamento sui trasporti è del tutto inadeguato, oltre ad essere spesso violato e quindi non è sufficiente a proteggere gli animali durante questa fase così delicata.

© Confessione Reporter

L’unica strada per porre fine alle sofferenze degli animali durante il trasporto è il divieto assoluto di trasportare animali vivi, con l’obbligo di macellazione nel luogo di origine. Aiutaci a cambiare le cosefirma la petizione.


Ti piace questo articolo?

Supporta Essere Animali con una piccola donazione

164 persone hanno donato €2. Tanti piccoli aiuti possono fare la differenza.

Dona 2€
al mese

Fai ancora di più

Grazie!
Con te siamo a
0 firme

Salta questo step

Fai una microdonazione a Essere Animali

Per:

Con una donazione di 2€ al mese puoi fare tanto

Se hai dubbi o problemi nella donazione scrivici.

Questo campo è obbligatorio!
Inserire almeno %s caratteri!
Non inserire più di %s caratteri!
Inserisci una data valida!
Inserisci un numero di telefono valido!
Inserisci un CAP valido!
Inserisci un codice fiscale valido!
Inserisci una partita IVA valida!
Devi accettare la normativa sulla privacy!
Si è verificato un errore! Ricontrolla i campi.
Utilizza un Nickname valido!
Password non valida!
• almeno 1 carattere speciale (-_@#$%)
• almeno 1 numero
• almeno 1 carattere maiuscolo
• almeno 1 carattere minuscolo
• lunga almeno 6 caratteri
• più corta di 20 caratteri
Le due password inserite non coincidono!
Non valida!
Non valida!
Ok!
Controlla l'email!
Utente non attivato! Clicca nel link di conferma che ti è stato inviato via email!
Mmm... sicuro di quello che fai?
Sei già nella newsletter di Essere Animali!
Si è verificato un errore!

IL TUO 5×1000
A ESSERE ANIMALI PUÒ APRIRE QUESTA GABBIA

DONA IL 5×1000
A ESSERE ANIMALI

Sostienici a costo zero. Usa il codice fiscale:
976 762 00 153

Scopri come
Chiudi