Siamo stati a Roma per protestare contro le bugie in etichetta

© Essere Animali

Stai leggendo:

Siamo stati a Roma per protestare contro le bugie in etichetta


Ti interessa l'articolo?

Iscriviti

Brenda Ferretti
Outreach manager

Nonostante la data, non si tratta di un pesce d’aprile: i Ministri Patuanelli e Speranza si apprestano ad approvare un’etichetta che è un vero e proprio inganno per i consumatori e un danno per gli animali. Vogliamo fermare questa iniziativa quanto prima. 

Questa mattina a Roma alcuni attivisti e attiviste di Essere Animali e Animal Equality, in rappresentanza delle 14 associazioni aderenti alla Coalizione contro le #BugieInEtichetta, hanno svolto una protesta scenica pacifica esponendo un banner e i cartelloni della campagna davanti ai Ministeri delle Politiche Agricole e della Salute. Dopo la protesta, abbiamo srotolato uno striscione lungo il Ponte Garibaldi con la richiesta di fermare le #BugieInEtichetta. 

© Essere Animali

L’obiettivo è quello di chiedere ancora una volta ai ministri Patuanelli e Speranza di fermare l’approvazione di un sistema di etichettatura nazionale ingannevole per i consumatori e, soprattutto, privo degli standard che garantiscano un maggiore rispetto degli animali allevati a scopo alimentare.

Con un tweetstorm abbiamo fatto sentire la nostra voce

Solo pochi giorni fa, il 29 marzo, le associazioni hanno lanciato una protesta digitale su Twitter, che ha superato i 20 mila tweet rivolti ai Ministri, scalando la classifica dei Twitter Trend. Centinaia di attivisti digitali si sono uniti per chiedere di modificare il decreto sul Sistema di Qualità Nazionale per il Benessere Animale in base alle proposte della società civile, inviate più volte e sempre rigettate dagli uffici dei Ministeri senza alcun reale confronto.

La grande partecipazione social e davanti ai Ministeri dimostra l’urgenza di intervenire su un progetto di etichettatura che i cittadini non condividono. La proposta prevede infatti la certificazione con il claim in etichetta “benessere animale” anche per prodotti provenienti da animali allevati secondo standard al ribasso, tipici delle forme di allevamento intensivo.

I ministri Patuanelli e Speranza devono ascoltarci

Le associazioni hanno chiesto più volte la revisione del decreto in alcuni, precisi, punti essenziali: l’introduzione di almeno cinque livelli diversificati per ogni specie chiaramente visibili in etichetta, la cancellazione dei riferimenti alla diminuzione delle emissioni di gas serra nella definizione di benessere animale – azione importante e necessaria ma del tutto scollegata da questa certificazione – e la considerazione dei bisogni etologici di specie, della densità di animali e delle condizioni di trasporto tra i criteri atti a determinare il benessere animale. 

Senza queste modifiche essenziali, etichettare con il claim “benessere animale” i prodotti sarà un mero atto di inganno nei confronti dei consumatori e un grave danno nei confronti degli animali. 

Fai sentire anche la tua voce e manda subito una mail ai ministri Patuanelli e Speranza per dire NO alle #BugieInEtichetta.

INVIA LA MAIL

*Le associazioni che aderiscono alla coalizione #BugieInEtichetta sono: Animalisti Italiani, Animal Law Italia, Animal Equality, CIWF Italia Onlus, Confconsumatori, ENPA, Essere Animali, Greenpeace, LAV, LEIDAA, Legambiente, OIPA, The Good Lobby, WWF Italia


Ti piace questo articolo?

Supporta Essere Animali con una piccola donazione

114 persone hanno donato €2. Tanti piccoli aiuti possono fare la differenza.

Dona 2€
al mese

Fai ancora di più

Fai una microdonazione a Essere Animali

Per:

Con una donazione di 2€ al mese puoi fare tanto

Se hai dubbi o problemi nella donazione scrivici.

Questo campo è obbligatorio!
Inserire almeno %s caratteri!
Non inserire più di %s caratteri!
Inserisci una data valida!
Inserisci un numero di telefono valido!
Inserisci un CAP valido!
Inserisci un codice fiscale valido!
Inserisci una partita IVA valida!
Devi accettare la normativa sulla privacy!
Si è verificato un errore! Ricontrolla i campi.
Utilizza un Nickname valido!
Password non valida!
• almeno 1 carattere speciale (-_@#$%)
• almeno 1 numero
• almeno 1 carattere maiuscolo
• almeno 1 carattere minuscolo
• lunga almeno 6 caratteri
• più corta di 20 caratteri
Le due password inserite non coincidono!
Non valida!
Non valida!
Ok!
Controlla l'email!
Utente non attivato! Clicca nel link di conferma che ti è stato inviato via email!
Mmm... sicuro di quello che fai?
Sei già nella newsletter di Essere Animali!
Si è verificato un errore!

CON IL 5×1000
IL SUO FUTURO LO SCEGLI TU

DONA IL 5×1000
A ESSERE ANIMALI

Sostienici a costo zero. Usa il codice fiscale:
976 762 00 153

Scopri come
Chiudi