Brianna: la mucca che è scappata da un camion per dare alla luce il suo vitello

Scritto il 4 Gennaio 2019

Sono circa le 3 di notte di giovedì scorso quando una mucca, in seguito chiamata Brianna, scappa da un camion sulla Route 80 in New Jersey, Stati Uniti.

«Lei era a meno di dieci minuti dal mattatoio quando è saltata giù dal camion.»

Secondo la dichiarazione degli operatori del rifugio che l’ha in seguito accolta, è questo il tempo che mancava al mezzo per arrivare al macello dove la mucca avrebbe trovato morte certa. È stata fortunata e non solo lei: Brianna era incinta.

Il direttore della polizia che ha ricostruito l’accaduto afferma che Brianna deve aver spalancato la porta del rimorchio del bestiame spingendola col capo per poi saltare fuori e ritrovarsi spaesata sull’autostrada.

La polizia ha subito chiamato lo Skylands Animal Sanctuary and Rescue, un santuario per animali. Con l’aiuto degli operatori del rifugio, Brianna è stata portata al sicuro. A soli due giorni dall’accaduto, la mucca ha dato alla luce un vitellino sano e vivace a cui è stato dato il nome di Winter.

SCOPRI LA TESTIMONIANZA DEI NOSTRI INFILTRATI IN UN ALLEVAMENTO DI MUCCHE DA LATTE

Cosa sarebbe stato del figlio di Brianna se sua madre non fosse scappata sulla Route 80? Difficile dirlo. Generalmente i vitelli maschi vengono separati dalla madre e fatti ingrassare alcuni mesi prima della macellazione per ottenere la rinomata “carne bianca”. In alcuni casi tuttavia non si ritiene conveniente l’investimento e vengono uccisi immediatamente. Quello che è certo è che questa famiglia sarebbe stata annientata, mentre ora può vivere serena in un luogo sicuro, come dovrebbe sempre essere.

La realtà per molti animali è un’altra

Purtroppo tutti sappiamo che la vira per il resto delle mucche degli allevamenti intensivi è ben diversa. Nella nostra inchiesta Macchine da Latte abbiamo documentato le terribili condizioni a cui, anche in Italia, sono costretti questi animali.

Comportamenti violenti degli operatori. Animali stremati dalla produzione che diventano incapaci di reggersi sulle zampe. Vitelli brutalmente trasportati con un trattore, legati per una zampa e gettati in un minuscolo box. Questi sono solo alcuni esempi delle terribili scene che hanno ripreso i nostri infiltrati. Tutto questo deve finire.

Su www.MacchinedaLatte.it oltre alle informazioni sulla nuova indagine, è possibile scaricare una guida gratuita per sostituire latte e formaggi dalla nostra alimentazione, con semplicità e gusto.