4 indagini di EA che hanno fatto conoscere agli italiani la crudeltà verso gli animali

Scritto il 9 giugno 2017
investigazioni diritti degli animali

Prima del 2011 in Italia gli unici video che mostravano come venivano trattati gli animali per produrre cibo o pellicce provenivano dall’estero, erano stati girati da organizzazioni straniere che avevano documentato in Europa o nel mondo quanta crudeltà ci fosse dietro ai nostri consumi.

Proprio per ovviare a questa mancanza e riuscire a contestualizzare anche qui in Italia lo sfruttamento animale Essere Animali si è dotata fin dalla sua nascita di un team investigativo che raccogliesse immagini sul territorio nazionale.

Dopo 5 anni di duro lavoro sul campo da parte dei nostri attivisti infiltrati, siamo riusciti a mostrare per la prima volta terribili immagini di abusi, irregolarità e maltrattamenti verso gli animali a milioni di italiani.

Ecco 4 investigazioni che hanno fatto storia.

1. Fabbriche di uova: le galline negli allevamenti intensivi

Questa è stata la nostra prima indagine uscita a marzo 2012, prima di allora non si sapeva quasi nulla di come venivano allevate le galline per la produzione di uova in Italia. Un lavoro lungo e difficile, svolto all’interno di strutture attive in Emilia Romagna, dove abbiamo filmato tutte le tipologie di allevamento: a terra, biologico e in gabbia. Su Youtube il video ha 430 mila visualizzazioni, ancora ogni giorno centinaia di persone lo guardano e scoprono una realtà diversa.
➡️ www.essereanimali.org/fabbriche-di-uova

2. Morire per una pelliccia: gli allevamenti di visoni in Italia

Questo è un documentario incredibile con alcune immagini mai viste prima a livello mondiale. Per 18 mesi tramite attivisti infiltrati e l’utilizzo di telecamere nascoste piazzate dentro gli allevamenti abbiamo mostrato ciò di cui molti italiani ignoravano persino la presenza: gli allevamenti di visoni per la produzione di pellicce. In contemporanea all’uscita del video abbiamo lanciato la campagna Visoni Liberi, per l’abolizione degli allevamenti di animali da pelliccia in Italia.
➡️ www.visoniliberi.org

 

SUPPORTA IL NOSTRO LAVORO D’INDAGINE, SOSTIENICI ORA

3. Viaggi senza ritorno: cosa si nasconde dietro la carne di cavallo


Dalla Polonia fino ai macelli pugliesi, questa inchiesta è cominciata da lontano. I nostri attivisti infiltrati hanno filmato la tratta dei cavalli che inizia dai mercati polacchi e termina nei mattatoi pugliesi, prima di aver compiuto viaggi estenuanti di oltre 30 ore.  L’Italia è il paese con il più alto consumo di carne di cavallo in Europa, questa indagine ha avuto una grandissima diffusione mediatica indignando milioni di persone ed è riuscita a ottenere una sensibile riduzione del consumo di carne equina.
➡️ www.viaggisenzaritorno.it

4. Prosciutto Crudele di Parma: un’indagine shock

Questa indagine è stata talmente fastidiosa per i produttori di prosciutto che la Polizia Postale su denuncia del Consorzio Prosciutto di Parma sta in questi giorni oscurando questo video e il sito dell’indagine. Per 6 mesi abbiamo visitato un allevamento di maiali fornitore del famoso marchio del Made in Italy documentando abusi e maltrattamenti, riscontrati anche dai controlli del Corpo Forestale dello Stato fatti in seguito alla nostra denuncia. Il video è gia stato visto da più di un milione e mezzo di persone e ha avuto una risonanza mediatica eccezionale, anche internazionale.
➡️ www.prosciuttocrudele.it

 

PUOI AIUTARCI ANCHE DONANDO A ESSERE ANIMALI IL TUO 5X1000

 

I nostri sforzi stanno ottenendo grandi risultati. Stiamo creando una coscienza collettiva critica verso il consumo di carne e lo sfruttamento degli animali più in generale. Molte persone dopo essere venute a conoscenza di questo sistema di produzione hanno acquisito consapevolezza e orientato i propri consumi in prodotti sostenibili e amici degli animali.