La bella vita di PALLA e LANA, salvate dal macello


Simone Montuschi
Presidente
Ti ricordi di PALLA e LANA? Le abbiamo salvate nell’aprile dell’anno scorso, poco prima di Pasqua. Erano nate in una stalla sporca e sovraffollata. Una delle tante da cui provengono gli agnelli uccisi in quel periodo. Per loro c’erano solo due destini possibili: soffrire di stenti come molti dei piccoli che abbiamo trovato morti nella stalla, oppure finire al macelloMa il nostro arrivo ha dato loro una vita libera e felice!  
E così sono diventate le migliori testimonial possibili della nostra campagna per una Pasqua senza crudeltà.
 
palla_lana_essereanimali

Francesco Castaldo / Essere Animali

  Ma come sono PALLA e LANA adesso? Sono cresciute, diventando due bellissime e giocose pecore adulte, che quando possono adorano ancora entrare in casa e sdraiarsi sul divano! A fine giugno le abbiamo tosate per affrontare il caldo dell’estate e dare una bella pulita sotto quel manto di lana lunga che si era sporcata durante l’inverno. Tosare le pecore è soprattutto un modo per prevenire infezioni e da ora in poi anche per loro verrà questo momento una volta l’anno. Ma anche in quel momento noi eravamo con loro, a confortarle e coccolarle. E sono state bravissime!

Guarda il video

  Per tutti noi guardare PALLA e LANA negli occhi, abbracciarle e vederle giocare è una fonte di enorme gioia, ma anche di speranza e motivazione, perché cambiare il loro destino è stato possibile. E lo stesso vogliamo fare per sempre più animali.
Vogliamo vederle felici ancora a lungo!
PALLA e LANA hanno scampato una morte orribile e sono salve e felici. Ma hanno ancora bisogno di aiuto. Una tua donazione ci aiuterà a sostenere le spese per cibo e veterinario. E anche a raccontare a tutto il mondo quale destino meritino davvero gli animali!    
palla_lana2_essereanimali

Francesco Castaldo / Essere Animali