Negli Stati Uniti sotto accusa un macello modello


Simone Montuschi
Presidente

NEGLI STATI UNITI SOTTO ACCUSA UN MACELLO MODELLO

97 minuti di video realizzati da un lavoratore infiltrato in un macello nel Minnesota di proprietà della QPP (Quality Pork Processors, INC.) documentano pesanti crudeltà inflitte a maiali anche malati con difficoltà motorie. La struttura indagata fa parte, insieme ad altri 5 macelli americani, di un programma pilota conosciuto come HIMP (HACCP-Based Inspection Models Project) promosso dal Dipartimento dell’Agricoltura che sostanzialmente lascia maggiori responsabilità alle aziende per quanto concerne le prassi d’ispezione e controllo. Una soluzione che ha visto la riduzione degli ispettori governativi dedicati al controllo degli animali sulla linea di macellazione e che ha permesso al governo di risparmiare denaro. Questo autocontrollo ha consentito alle strutture in questione di velocizzare le loro linee di produzione arrivando a macellare fino a 120 maiali in più per ora.

Nel corso degli anni HIMP ha subito dure critiche da parte di ex ispettori e operai che affermano che i cambiamenti permettono alle industrie di aumentare i profitti a scapito del benessere degli animali e della sicurezza alimentare.

L’investigazione diffusa da Compassion Over Killing e ribattuta dal Washington Post, ha mostrato le sofferenze che subiscono ogni giorno migliaia di maiali all’interno di un macello ‘modello’ americano che può arrivare a uccidere 1300 maiali ogni ora.

Guarda l’indagine


Le immagini prodotte da COK hanno documentato:

  • animali picchiati, trascinati, e impropriamente storditi fuori dal controllo dei pochi ispettori governativi
  • suini malati o feriti non in grado di camminare vengono brutalmente percossi per farli giungere al mattatoio
  • maiali coperti di feci o ascessi, feriti macellati e destinati al consumo umano con il sigillo di ispezione del Dipartimento dell’Agricoltura
  • numerosi casi di animali storditi male o non completamente morti, che potrebbero correre il rischio di entrare nelle vasche di bollitura ancora vivi

Tutti questi abusi sono stati denunciati al Dipartimento dell’Agricoltura complice di aver avviato un programma dove si aumenta la velocità di produzione e si riducono i controlli favorendo inevitabilmente l’industria, producendo devastanti conseguenze per gli animali, i lavoratori e i consumatori.

Tutto il mondo è paese

Dalla Francia alla Finlandia passando per Brescia e alle immagini uscite nei giorni scorsi che hanno portato al sequestro del macello Italcarni, arrivando ai moderni Stati Uniti, ci insegnano che questi abusi/violenze nei confronti degli animali non sono atti isolati, compiuti da sadici lavoratori (ma poi: non è che si diventa sadici perché si lavora in un macello?) ma il frutto di un sistema profondamente ingiusto che si deve condannare.

La buona notizia?

Puoi fermare oggi stesso queste crudeltà e unirti alle migliaia di persone che in tutto il mondo scelgono un’alimentazione senza carne. Dubbi sul fatto che sia buona? Basta solo dire che l’ultimo contest organizzato dalla rivista statunitense ‘GQ’ ha stabilito che l’hamburgher più buono al mondo è vegan.