Pellicce: ancora allarme allevamento visoni ad Antegnate


Simone Montuschi
Presidente
Nel marzo 2013 il primo allarme: al Comune di Antegnate (BG) era arrivata la richiesta di aprire presso Cascina San Rocco un allevamento da 1.000 visoni, destinati a diventare pellicce. Da lì la nascita di un Comitato locale, con il quale abbiamo avviato fin da subito una proficua collaborazione fatta di continue proteste, una petizione locale consegnata al Sindaco e diverse attività informative. Una mobilitazione che è riuscita a scongiurare l’arrivo di questo nuovo allevamento. Almeno fino ad ora.

Abbiamo infatti appreso che il signor Finetti Franco riparte alla carica: dopo più più di un anno di silenzio, durante il quale non aveva fornito i documenti e le integrazioni richieste, ha presentato di nuovo domanda per l’avvio dell’attività, stavolta alla Provincia.

Il Comune e il sindaco, da sempre contrari all’insediamento di questo allevamento in paese, dovranno adesso fare quella che è chiamata “conferenza dei servizi” e vedere con la Asl cosa è possibile fare per bloccare un’attività crudele, osteggiata dalla maggioranza degli italiani e contro la quale nel piccolo paese della bassa bergamasca sono state raccolte più di 2.000 firme. Noi, da parte nostra, non staremo in silenzio a guardare. Ci faremo sentire con una forte mobilitazione ad oltranza che avrà inizio sabato 7 febbraio. Sapremo rimboccarci le maniche per far valere il desiderio di libertà di ogni animale e fermare questo ennesimo progetto.

Decine di gabbie sono accatastate accanto alla stalla di Cascina San Rocco ormai da diversi mesi. Vogliamo che restino lì dove sono, a prendere polvere, e che non vengano mai riempite di esseri viventi costretti a uscirne solo per morire in una camera a gas.

Possiamo riuscirci: aiutaci anche tu a dare voce a questi animali:

▸ partecipa alla protesta di sabato 7 febbraio

firma la petizione online per l’abolizione degli allevamenti di animali da pelliccia in Italia ( scarica quella cartacea da QUI)

_______________________________________________________________________

VisoniLiberi.org