Pasqua: Protesta al duomo di Milano contro la strage degli agnelli

Scritto il 15 aprile 2014

Al Duomo di Milano con i corpi senza vita di quattro agnellini

Domenica 13 aprile abbiamo realizzato una protesta di forte impatto per dare risalto al dramma degli animali allevati e uccisi per l’alimentazione. Una protesta riportata da agenzie stampa e quotidiani con cui abbiamo raggiunto milioni di persone in tutta Italia. 50 attivisti hanno mostrato i corpi senza vita di quattro agnellini recuperati all’esterno degli allevamenti intensivi, morti prima di essere trasportati al macello.

GUARDA QUI TUTTE LE FOTO

pasqua-2014

Abbiamo scelto di mostrare questi animali, altrimenti occultati alla vista delle persone, per denunciare la violenza insita nello sfruttamento degli animali utilizzati per la produzione di cibo.
Una violenza che dobbiamo rifiutarci di sostenere, a cominciare dalle nostre scelte personali e impegnandoci per un cambiamento verso un mondo migliore per tutti gli animali.

Lo scorso anno sono stati uccisi in Italia circa 3 milioni di agnelli, molti dei quali proprio durante le festività pasquali. In nome di questa tradizione si compie una strage di cuccioli, strappati alle proprie madri e uccisi per sgozzamento a un solo mese di vita. Ma i corpi di questi agnellini sono per noi il simbolo di tutti gli animali rinchiusi negli allevamenti in attesa di essere uccisi. L’empatia che proviamo per questi animali deve spingerci a una riflessione che abbatta i pregiudizi verso ogni specie.

“Qual’è in fondo la reale e concreta differenza tra il cane con cui condividiamo la vita, che amiamo e ci dà gioia e il piccolo agnello o il piccolo maiale nati in un allevamento, destinati ad essere mangiati? La differenza è solo nel ruolo che noi abbiamo deciso per loro, nel diverso destino che decidiamo noi per ogni specie. Non c’è un motivo reale per cui alcuni animali siano da mangiare e altri siano da compagnia o da coccolare.”
Claudio Pomo – Responsabile Campagne di Essere Animali

La capacità di soffrire e il desiderio di vivere liberi appartengono a tutti gli animali. Scegli di non mangiarli!

 
INFORMATI sulla possibilità di un’alimentazione priva di prodotti di origine animali