Emilia Romagna: a rischio i minimi aspetti positivi della legge regionale sul benessere animale

Scritto il 22 Luglio 2013

Emilia Romagna: a rischio i minimi aspetti positivi della legge regionale sul benessere animale

Martedì 23 luglio in sede di discussione della commissione 1 interna all’assemblea legislativa dell’Emilia Romagna esponenti del PD e PDL tenteranno di rimuovere l’obbligo di fornire ai cani il ricovero di dimensioni minime consentito dalla recente legge che ha portato all’abolizione della catena in Emilia Romagna. Essere Animali lancia un appello alle istituzioni per chiedere che tale emendamento non venga approvato e che si continui invece un percorso che porti al riconoscimento dei diritti degli animali.

Questo divieto è una piccola-grande conquista che costituisce la fine di un gesto incivile e irrispettoso nei confronti dell’eterno compagno dell’uomo, un legame imprescindibile e interscambiabile che stringe e sposa i due soggetti. Un risultato che si traduce inoltre in un miglioramento del benessere animale per quanto riguarda gli alloggi in cui vengono collocati i cani. Questi dovranno rispettare misure minime non inferiori ai 10mq per singolo animale nel caso in cui si dispone di un giardino recintato di almeno 150mq, diversamente il box non deve risultare inferiore ai 20mq per singolo animale. In questo modo tali parametri vengono uniformati a  quelli già adottati nei canili.

Ora invece una proposta di legge presentata dal consigliere Luciano Vecchi (PD) e sostenuta da Fabio Filippi, Luca Bartolini, Marco Lombardi (PdL) vorrebbe rimuovere i limiti minimi richiesti per le dimensioni dei box. Una chiara mossa voluta da Federfauna a favore dei cacciatori che considerano e utilizzano i cani come strumenti da lavoro da accantonare in uno spazio ridotto quando non sono nelle campagne e nei boschi ad uccidere animali. Se questa nuova proposta troverà la maggioranza le persone che continueranno a detenere i cani in luoghi disagevoli non potranno essere sanzionate e ogni sforzo per rendere meno angosciosa la vita dei nostri amici pelosi sarà stato inutile.