Coordinamento Contro il Mega Macello. Video e Corteo


Simone Montuschi
President

Abbiamo ricevuto dal Coordinamento Contro il Mega Macello un video che documenta le condizioni di detenzione dei maiali negli allevamenti intensivi.
Le immagini si riferiscono alle campagne bresciane che come tutta la Lombardia sono piene di capannoni di cemento stipati di maiali.
Questi animali vengono allevati in condizioni atroci, costretti alle privazioni e alle sofferenze più estreme, condannati ad una vita di incessante dolore fisico e psicologico. Per la società umana non sono altro che pezzi di carne, carichi per di più di un’infinità di significati dispregiativi e immagini negative. Per la nostra società sono sudici, maleodoranti, ingordi, spregevoli. Queste connotazioni degradanti fanno si che ogni sorta di tortura a cui sono sottoposti venga accettata.

Le immagini che questo video ci mostra raccontano di animali incastrati per tutta la vita tra strette sbarre di ferro, cuccioli costretti a succhiare il latte da madri immobilizzate e sofferenti, individui feriti e malati lasciati morire nell’incuria, infestati dai parassiti de dalle infezioni. Ognuna di queste situazioni testimonia inequivocabilmente l’arroganza della specie umana, la sua volontà di sopraffazione e di dominio sulle altre specie.

Come antispecisti rifiutiamo di considerare gli altri animali come oggetti a nostra disposizione. Condanniamo con forza questi abusi sia quando assumono la forma evidente delle torture che questo video ci mostra, ma anche quando avvengono in maniera più strisciante e accettata, negli allevamenti all’aperto e biologici, nelle piccole realtà rurali e in ogni situazione in cui le necessità e gli istinti di alcuni vengono calpestati per la volontà di altri.

 Il Coordinamento Contro il Mega Macello è nato per opporsi alla costruzione di un mattatoio a Manerbio in provincia di Brescia. Il progetto prevede la realizzazione di una struttura capace di macellare fino a 12.000 maiali al giorno, diventando così il più grande a livello europeo. Clicca quì per altre Info.

Sabato 12 maggio il Coordinamento ha indetto un corteo. Questa prima iniziativa ha l’obbiettivo di far conoscere questo terribile progetto e la volontà di impedirne l’apertura. Clicca quì per altre Info.

Abbiamo deciso di supportare attivamente la divulgazione di questo documentario e pubblicizzare il corteo di sabato prossimo.
Per dare forza al loro messaggio pubblichiamo una galleria di immagini da noi prodotte all’interno degli allevamenti di maiali dell’ Emilia Romagna e della Lombardia.

[fsg_gallery id=”4″]

Perché quelli che avete visto non sono casi isolati. Perché nel vedere quelle immagini abbiamo avuto una forte sensazione di dejà vue. Perché questo è il modo in cui la nostra cultura e le nostre leggi considerano giusto detenere degli individui.

> Clicca qui per maggiori informazioni sull’allevamento dei maiali