La vivisezione nei laboratori di Milano

UN DOSSIER INFORMATIVO

Cani ai quali vengono strappati i denti, conigli sulle cui zampe vengono inseriti impianti dentari, topi ai quali vengono bruciate le zampe con piastre elettriche, enormi tumori indotti sulle zampe dei topi, maiali ai quali vengono lesionati i polmoni per osservarli sotto respirazione assistita per 54 ore di fila e poi sopprimerli…

Questi sono solo alcuni esempi di ciò che accade nei laboratori della città di Milano. Tutti esperimenti riportati nel Dossier Vivisezione nei laboratori di Milano, pubblicato nella primavera del 2012 da Nemesi Animale, con indirizzi dei laboratori, dettagli di molti esperimenti recenti e i nomi e i contatti di chi li ha compiuti.
Questo lavoro di documentazione raccoglie purtroppo solo quanto pubblicato dagli stessi ricercatori. Molto altro accade agli animali dietro alle porte dei laboratori e non possiamo saperlo.

Spesso i centri di ricerca dove gli animali sono prigionieri e sottoposti a esperimenti si trovano in comuni luoghi pubblici, come ospedali o università, dove centinaia di persone ogni giorno passano davanti a quelle porte senza sapere cosa nascondono. Questo Dossier è riuscito a strappare parte del loro velo di segretezza e a rendere noto l’orrore della normalità che si cela dietro alla ricerca.

Per quanto i ricercatori li chiamino modelli sperimentali, quelli che giacciono nei laboratori sono animali. Per quanto si esprimano con termini scientifici appropriati quel che di fatto i ricercatori in tutto il mondo fanno ogni giorno sono torture degne di un film dell’orrore.

Quelle che troverete in queste pagine sono informazioni pubbliche, ma di non facile reperibilità per chi non è abituato a cercarle o capirle. Messe tutte insieme danno una visione di ciò che accade agli animali nei laboratori di una singola città come Milano, che accade ogni giorno nei laboratori di ogni parte del mondo.

Conoscere e rendere pubblico un problema è il primo passo per risolverlo.

Puoi scaricare IL DOSSIER Vivisezione nei laboratori di Milano da QUESTO link