Nuova indagine! FOIE GRAS, solo crudeltà

Scritto il 8 ottobre 2015
sito1

NUOVA INDAGINE! FOIE GRAS #SOLOCRUDELTÀ
CHIEDI AI SUPERMERCATI DI NON VENDERLO PIÙ

Siamo stati in Francia, paese leader nella produzione di Foie Gras, il fegato grasso ottenuto dall’uccisione di anatre e oche sottoposte all’alimentazione forzata, vietata in Italia e condannata dall’UE, ma consentita in alcune nazioni perché riconosciuta come ‘pratica corrente’.

sito


#SoloCrudeltà

– abbiamo documentato cosa accade a questi animali, molti immobilizzati in gabbie piccolissime vietate dalle direttive europee, in cui non possono nemmeno aprire le ali
– abbiamo filmato e fotografato la tortura del ‘gavage’, praticata con un lungo tubo metallico inserito direttamente nello stomaco, dove viene rilasciata l’enorme razione di cibo

#ViaDagliScaffali

Di fronte a queste terribili immagini vogliamo chiedere ai supermercati italiani che ancora vendono foie gras di non distribuire più questo crudele prodotto.

ABBIAMO BISOGNO DEL TUO AIUTO!

StopFoieGras.org

Firma qui la petizione
Condividi il video dell’indagine, realizzato con l’attrice e conduttrice televisiva Daniela Poggi, testimonial della nuova campagna di Essere Animali.


QUI la galleria fotografica

Gli attivisti di Essere Animali e Promoviendo el Veganismo si sono infiltrati in alcuni allevamenti dei Pirenei francesi, nella nazione dove viene prodotto oltre il 70% del foie gras esportato poi in tutto il mondo, anche nei paesi dove l’alimentazione forzata è illegale, come in Italia, che nel 2014 ne ha importato circa 33 tonnellate.

«Esselunga, Conad, Carrefour, Bennet e Auchan vendono questo prodotto. Anche Eataly, che professa il ‘mangiare italiano, vivere italiano’ lo distribuisce nei suoi punti vendita. Rivolgiamo a queste società un appello: cessate le vendite di Foie Gras, le sofferenze inflitte a questi animali sono indescrivibili.»

Il gavage ha lo scopo di provocare, con un’alimentazione eccessiva e ricca di grassi, un’infiammazione del fegato – che può aumentare di peso sino a 10 volte rispetto ad un organo sano –  e una conseguente lipidosi epatica. Molti animali non sopravvivono durante questo processo e manifestano problemi respiratori, vomito, diarrea, ferite alla gola e all’esofago. Solo i pulcini maschi poi sono avviati all’ingrasso, le femmine vengono generalmente uccise appena nate perché il loro fegato è considerato di qualità inferiore.

Ogni anno in Francia 44 milioni di animali sono ingozzati e uccisi per la produzione di Foie Gras. Durante la macellazione abbiamo visto anatre muoversi ancora e sembrare pienamente coscienti mentre morivano dissanguate.

«È giunto il momento di essere consapevoli di ciò che mangiamo. Come possiamo cibarci di tanta tanta crudeltà e sofferenza? Ognuno di noi può contribuire a cambiare le cose, rifiutandosi di consumare questo prodotto e firmando la petizione su stopfoiegras.org
Anche una piccola azione può fare la differenza, io ci metto la faccia e tu?»
Daniela Poggi

Il Foie gras è #SoloCrudeltà Passa all’azione! #ViaDagliScaffali

chiedi ai supermercati italiani che ancora vendono Foie Gras di non distribuire più questo crudele prodotto
condividi il video dell’indagine

• AGGIORNAMENTO
Pam/Panorama ha aderito alla nostra campagna #ViaDagliScaffali e non venderà pià Foie Gras in tutti i suoi 800 Punti vendita.


sostienici foie